simon's cat

Loading...

giovedì 22 marzo 2012

Mefistofele, dove sei?!


Al di là dei bei discorsi sull'accettazione (ma la via per la saggezza è lunga...e impervia!) detesto invecchiare!!!
E volentieri venderei l'anima al diavolo (non fosse che non credo né all'una né all'altro) per riavere la giovinezza!
Dovendo però scegliere, devo dire che preferisco avere avuto 20 anni all'epoca piuttosto che adesso...
(riflessione successiva a un mio commento da Soffio: qui indosso i jeans di cui gli parlavo)

12 commenti:

  1. Ma io 20 anni vorrei averli anche adesso, perché mi sento svuotata (psicologicamente). Sarà il fatto di aver perso marito e lavoro, almeno a 20 anni si ha prospettive diverse ed avrei anche 30 kili di meno!!! uffa.. che barba invecchiare!!! ;)

    RispondiElimina
  2. L'idea di vendere l'anima al diavolo non mi ha mai convinto indipendentemente dall'esistenza del diavolo. Credo che un punto di forza sia l'accettazione del limite che la vita ci riserva. Ma chi è quella fanciulla nella foto??? quel tipetto che trattiene il fiato e guarda al futuro con il nasino all'insù??

    RispondiElimina
  3. Splendida l'epoca e i jeans....
    Più che l'eterna giovinezza vorrei un botta di giovinezza- il me di ora che diventa quel bel fico d'allora- e ritrovare una ragazzetta che subisse la stessa sorte. Le risate!Perchè si perde tanto in vigore, ma si guadgna tanto in profondità-le inimmaginabili profondità scoperta a poco a poco, camminando nel tempo...

    RispondiElimina
  4. Io non vorrei proprio tornare ad avere 20 anni! redcats

    RispondiElimina
  5. A 20 anni ancora non avevo conosciuto quel fidanzato che maledico spesso. Ci tornerei a patto di cambiare strada e non dover studiare. No, il diavolo non mi piace e ho avuto la mia dose di "bellezza". Temo però di non avere l'anima, perciò mi devo specchiare con onestà
    :-/

    RispondiElimina
  6. Ero io, Leira, Danis. La ragazza di sopra è deliziosa!
    bacio.
    s.

    RispondiElimina
  7. Grazie per la precisazione Ieira: non sai quanti commenti cancello perché travolta da troppo "entusiasmo" ;)un abbraccio forte forte!

    RispondiElimina
  8. Wow!! 'a bbbboona, si direbbe qui :)
    tornare indietro? mah, sarebbe come rifare una strada che si è già vista.. io poi a 20 anni ero un'assoluta tonta :)
    Certo qualche annetto dal diavolo o chi per lui me lo farei togliere volentieri, ma a quel punto mi basterebbero un po' di soldi per estetista, parrucchiera, settimanella relax, ecc. Francamente quelle 50enni tiratissime tipo Madonna (per fare un esempio ma ce ne sono parecchi) mi creano più disagio che invidia.
    Ciaooo!

    RispondiElimina
  9. che tu fossi stata una gran bellezza è evidente anche adesso che il tempo ha voluto il suo pegno.

    anche a me rode tanto invecchiare, anche se io mi fermerei ad un'eterna quarantina d'anni, età in cui potevo godere di maturità, esperienza, una forma fisica spettacolare e pensavo di avere ancora tutto il mondo davanti.
    avevo ancora tutte le illusioni.
    forse è questo ciò che mi manca davvero, per il resto cerco di cavarmela meglio possibile, e già questo costa tanto sforzo!

    RispondiElimina
  10. L'età ci insegue ed il tempo non è sempre generoso. Ricordo l'estate dei miei 20 anni. Mi trovavo in un bel posto di mare e il sole mi piaceva, le letture anche. Trovavo già "vecchi" certi nostri vicini non belli ma solo 40 enni. Ora facciamo ginnastica e mangiamo meglio, il chirurgo può tanto ma mi dico che se non invecchierò sarà per prematuro decesso, tanto vale abituarsi ai segni e le brutte variazioni.Non sopporto neanche io l'invecchiamento ma al diavolo ipotetico chiederei i miei 30 anni, molto più affascinanti dei 20. Ciao.

    RispondiElimina
  11. Questo è il sistema fisico e biologico in cui siamo (siamo?), non c'è nulla da fare. Anche le stelle invecchiano e poi muoiono e poi riesplodono. Ci sono passaggi inaccettabili come i nostri nella vita delle stelle? Non lo so, e per questo me ne cruccio ma anche mi ribello. Per reagire mi rifugio nell'armonia del mondo, nelle visioni di bellezza più antiche che nuove, ma non importa. Poi, d'accordo con Paolo, cerco di fare di necessità virtù (quanti luoghi comuni!) e inseguo le cose che mi piacciono da sempre, almeno da quando ho memoria di me: il pomodoro e i libri, la musica e l'immaginazione, i nuovi interessi impossibili o anche un bello spritz veneto amaro amaro (raramente). Serve? Non sempre, qualche volta. Tanto per poter tirare su il capo e fare un bel respiro profondo, e poi un altro ancora....

    RispondiElimina
  12. Per un capriccio del server di blogspot sono stato mandato fuori, il blog cancellato, ma sono rientrato prima che ho potuto. Non potevo stare senza rivedere questa foto.
    Ciao : )

    RispondiElimina